“LINEE GUIDA SULLE RIPARAZIONI REGOLA D’ARTE” NUOVO INCONTRO CON ASSOCIAZIONI CONSUMATORI E ANIA - Confartigianato Imprese Cuneo | Confartigianato Imprese Cuneo

“LINEE GUIDA SULLE RIPARAZIONI REGOLA D’ARTE” NUOVO INCONTRO CON ASSOCIAZIONI CONSUMATORI E ANIA

Lo scorso 14 febbraio si è svolto, presso la sede di Confartigianato, un nuovo incontro con le Associazioni dei Consumatori ed ANIA per il prosieguo dell’iter di elaborazione delle Linee Guida sulle riparazioni a regola d’arte.

Hanno partecipato ADICONSUM, CODICI, Federconsumatori e UDICON per le Associazioni dei Consumatori, Giacomo Carbonari e Massimo Treffiletti per ANIA ed erano inoltre presenti i rappresentanti di Allianz, Cattolica, Groupama e HDI.

Le Associazioni hanno esaminato il documento sulle linee guida che è stato rivisto, alla luce delle indicazioni scaturite dall’ultimo incontro del 23 gennaio u.s., per correlare i due piani di intervento individuati dal tavolo, prevedendo da un lato la codifica di regole prettamente tecniche, dall’altro le procedure volte a favorire prassi corrette e condizioni concorrenziali sul mercato, alla base delle riparazioni a regola d’arte.

Mantenendo quindi l’impostazione del documento articolato in due parti complementari, le Associazioni di Categoria hanno inserito nel testo gli specifici riferimenti alle norme della Legge 124/2017, (in primis all’articolo 1, comma 10, che ha un importante richiamo all’articolo 148 del Codice Assicurazioni Private, nonché all’articolo 149-bis, introdotto dal comma 24, sulla trasparenza delle procedure di risarcimento), per indentificare il perimetro di azione delle linee guida e rafforzarne la portata prescrittiva, come strumento per regolamentare l’intero mercato riparativo-liquidativo.

In tale ottica, le Associazioni hanno riformulato la premessa e la seconda parte del documento a cui è stata data una valenza maggiormente vincolante sotto forma di impegno delle parti ad attenersi alle regole comportamentali concordate, per produrre effetti positivi sul mercato a beneficio del consumatore che deve fruire delle riparazioni.

Sono stati inoltre riportati nel testo i passaggi chiave, a tutela della categoria, che erano contenuti nella bozza di protocollo ANIA, riguardanti la libera scelta dell’automobilista di rivolgersi al proprio carrozziere di fiducia e il diritto di cessione del credito.

ANIA ha presentato una rilettura del documento in chiave di rispetto della Legge 124/2017, distinguendo tra una parte obbligatoria, di linea guida in senso stretto, e una parte facoltativa con libera adesione delle parti. Il documento sulle linee guida viene inteso non in senso statico, ma come strumento dinamico da manutenere e aggiornare, per favorire buone prassi sul mercato, a beneficio delle parti.

Anche da parte delle Associazioni dei Consumatori sono state formulate alcune osservazioni sul testo, sia di natura formale sia sul piano sostanziale, nell’ottica di massima trasparenza delle informazioni rivolte all’automobilista, affinché possa operare scelte consapevoli e corrette. E’ stato quindi richiesto di rendere il documento il più possibile agile e di immediata comprensione per l’utente sul piano della struttura e della terminologia usata, soprattutto nei passaggi più complessi di natura tecnico-giuridica, da riformulare in maniera più chiara (es.: preventivo, variazioni sul preventivo, riparazioni non connesse al sinistro, etc.).

Sono state, inoltre, fornite dai Consumatori indicazioni per il dettaglio analitico delle voci obbligatorie da riportare nel preventivo e nella fattura (da corredare con relativa documentazione fotografica), chiedendo di apportare delle modifiche al documento. Anche per quanto concerne i ricambi, è stato richiesto di integrare il testo con maggiori precisazioni sulla tipologia dei ricambi (originali, equivalenti, omologati).

L’incontro è stato particolarmente proficuo per mettere a punto il documento sulle linee guida e perfezionare tutti gli aspetti ritenuti utili per superare le criticità che ancora si verificano sul mercato e che vanno a svantaggio di tutte le parti del tavolo.

Ora si provvederà ad elaborare la nuova stesura del documento che sarà rinviata a tutti i partecipanti per le opportune valutazioni.



Condividi

Recent Posts

© 2019 Confartigianato Imprese Cuneo - Via I Maggio, 8 - 12100 Cuneo - tel. 0171 451111 - Codice Fiscale 80000330045