_Tutte le notizieCoronavirusFeatured

Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019

L’allarme generato dalla manifestazione dei primi casi di contagio da Coronavirus in Italia ha reso necessaria l’adozione, nelle ultime ore, di misure straordinarie di tutela della salute e sicurezza dei cittadini e dei lavoratori nel nostro Paese.

Sospensione attività Confartigianato Cuneo

Alla luce di tali disposizioni ed i particolare dell’Ordinanza n° 1 del Ministero della Salute d’intesa con il Presidente della Regione Piemonte la quale dispone all’Articolo 1, comma 2, lettera a) “Sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi, in luogo pubblico o privato, sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico, anche di natura culturale, ludico, sportiva e religiosa” si ritiene necessario, per il periodo 24-29 febbraio 2020, la sospensione di tutte le attività inerenti corsi, convegni, consigli di Zona e Movimenti ed altri eventi pubblici organizzati da Confartigianato Imprese Cuneo.

Sospensione corsi Confartigianato Cuneo

Settimana 24-29 febbraio 2020

In base all’Ordinanza, da lunedì 24 a sabato 29 febbraio tutte i corsi previsti sia in orario diurno che serale presso tutte le sedi di Confartigianato Imprese, sono sospese e rinviate a data da destinarsi.

L’Ufficio Formazione di Confartigianato Cuneo ricontatterà le aziende per definire il recupero della/e lezione/i.

Informativa per il personale dipendente delle aziende

Abbiamo predisposto un fac-simile ad uso delle imprese per permettere una puntuale comunicazione verso il personale dipendente.

Si allega la comunicazione in formato MS Word, consigliando di personalizzarla laddove si ritenga opportuno sulla base delle specificità di ogni singola azienda.

Allegati


Misure preventive sui luoghi di lavoro

Con la circolare del Ministero della salute n.1390 dello scorso 3 febbraio, sono definiti chiarimenti sui comportamenti prescritti agli operatori che, per ragioni lavorative, vengono a contatto con il pubblico.

Il provvedimento citato, riconduce l’emergenza del corona virus all’obbligo, gravante sul datore di lavoro insieme al medico competente ai sensi del D.lgs. 81/2008 ( titolo X, Capo III) di tutelare i dipendenti  dal “rischio biologico” in funzione dell’entità del pericolo corrente.

Il rischio ricorre qualora l’attività lavorativa comporti una possibile esposizione a un agente biologico per:

  • Contatto diretto con il pubblico;
  • Lavori in luoghi con aggregazione di persone ( Es: officine, spogliatoi, uffici,aree destinate a mensa, ecc..)

L’area Sicurezza sul Lavoro per ottemperare quindi alle richieste normative, si mette a Vostra disposizione per la redazione del documento di valutazione del rischio biologico da COVID-2019 come da D.lgs. 81/2008.