_Tutte le notizieCoronavirusFeatured

Emergenza Coronavirus – Modificato elenco attività che possono rimanere aperte

Il Ministero dello Sviluppo Economico, sentito il Ministero dell’Economia e delle Finanze, come disposto dall’Art. 1, Lettera a del DPCM del 22 marzo 2020, ha modificato l’elenco delle attività produttive autorizzate ad operare, sospendendo le aziende che rientrano nelle seguenti classificazioni ATECO:

  • 13.94 – Fabbricazione di spago, corde, funi e reti
  • 22.1 – Fabbricazione di articoli in gomma
  • 28.3 – Fabbricazione di macchine per l’agricoltura e la silvicoltura
  • 28.93 – Fabbricazione di macchine per l’industria alimentare, delle bevande e del tabacco
  • 46.69.19 – Commercio all’ingrosso di altri macchinari e attrezzature

Alle imprese che non erano state sospese dal DPCM 22 marzo 2020 e che, per effetto del presente provvedimento, dovranno sospendere la propria attività, sarà consentita la possibilità di ultimare le attività necessarie alla sospensione, inclusa la spedizione della merce in giacenza, fino alla data del 28 marzo 2020.

Nel nuovo decreto sono state ammesse le seguenti attività

  • fabbricazione di: vetro cavo (usato per gli imballaggi degli alimenti);
  • radiatori e contenitori in metallo per caldaie per il riscaldamento centrale;
  • batterie di pile e accumulatori elettrici;
  • macchine automatiche per la dosatura, confezione e imballaggio;
  • imballaggi leggeri in metallo.

Resta salva la disposizione dell’Art. 1, lettera d) del DPCM del 22 marzo 2020 che consente l’attività a quelle aziende che sono funzionali ad assicurare la continuità delle filiere delle attività non sospese (si veda seguente allegato) previa comunicazione al Prefetto.

Si allega il Decreto Ministeriale con l’elenco aggiornato delle attività che possono rimanere aperte

Abbiamo anche predisposto una tabella di raffronto tra i codici attività citati nei due decreti (DPCM 22-03-2020 e DM 25-03-2020)