Corrispettivi telematici: accolte le richieste di Confartigianato - Confartigianato Imprese Cuneo | Confartigianato Imprese Cuneo

Corrispettivi telematici: accolte le richieste di Confartigianato

Con la conversione in legge del decreto Crescita, sono state introdotte alcune modifiche, proposte da Confartigianato, che hanno la finalità di agevolare i contribuenti soprattutto in questa prima fase di avvio dell’obbligo.

Viene previsto che i dati relativi ai corrispettivi giornalieri dei commercianti al minuto e assimilati siano trasmessi telematicamente all’Agenzia delle Entrate entro 12 giorni dall’effettuazione della relativa operazione.

Inoltre, nel primo semestre di vigenza dell’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi, decorrente:

  • dal 1° luglio 2019 per i soggetti con volume di affari superiore a 400.000 euro;
  • dal 1° gennaio 2020 per gli altri soggetti,

non saranno applicate le sanzioni previste dalla legge, ove la trasmissione telematica sia effettuata entro il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione, fermi restando i termini di liquidazione dell’IVA.

Su questo aspetto, l’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 15/E del 2019, ha avuto modo di chiarire che la norma consente ai predetti soggetti, qualora non abbiano ancora la disponibilità di un registratore telematico, di assolvere all’obbligo di trasmissione dei dati relativi ai corrispettivi giornalieri, entro il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione (le modalità saranno definite con apposito provvedimento di prossima emanazione.

Tali soggetti potranno adempiere temporaneamente all’obbligo di memorizzazione giornaliera dei corrispettivi mediante i registratori di cassa già in uso ovvero tramite ricevute fiscali. Tale facoltà è ammessa fino a quando non viene attivato il registratore telematico e comunque al massimo fino al semestre di moratoria.

Resta inteso che durante questo periodo oltre a dover essere emessi regolarmente gli scontrini e/o le ricevute fiscali, il soggetto deve effettuare nei termini le registrazioni dei corrispettivi e liquidare l’IVA.

Inoltre, con un’altra importante precisazione, si afferma che anche coloro i quali hanno già messo in funzione il registratore telematico possono fruire, durante il semestre di moratoria, della possibilità di trasmettere telematicamente i dati dei corrispettivi entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione.




Condividi

Recent Posts

© 2019 Confartigianato Imprese Cuneo - Via I Maggio, 8 - 12100 Cuneo - tel. 0171 451111 - Codice Fiscale 80000330045