Confartigianato Cuneo e FabLab Cuneo insieme alla Fiera Fredda di Borgo San Dalmazzo

Confartigianato Imprese Cuneo conferma anche quest’anno la presenza alla Fiera Fredda di Borgo San Dalmazzo, tradizionale appuntamento dell’inverno borgarino e cuneese.

In particolare, nell’edizione 2018 verrà promosso al numeroso pubblico “Terra di Artigiani”, suggestivo percorso multimediale e multisensoriale di valorizzazione dell’artigianato cuneese. Il progetto, sviluppato anche con il contributo della Camera di Commercio di Cuneo e della Fondazione CRC, è stato avviato nel 2012 con la ristrutturazione dei locali sotterranei della sede provinciale dell’Associazione, ed è stato concepito per dare testimonianza e continuità storica all’intreccio virtuoso tra artigianato e territorio, punto di partenza dello sviluppo economico dell’intera provincia. Articolato in diversi percorsi tematici e con il supporto di un moderno allestimento tecnologico e grafico che ne attesta la multimedialità, “Terra di Artigiani” si presenta oggi ai visitatori come una realtà documentale eclettica, in grado non solo di fornire “informazioni” e “suggestioni” sull’operosità e sul genio artigianale, ma anche spunti didattici sul significato del lavoro manuale e sulla sua contestualizzazione nell’ambito professionale.

Inoltre, l’Associazione di categoria porterà alla Fiera Fredda il FabLab Cuneo, laboratorio di fabbricazione digitale recentemente “incubato” dalla stessa e facente parte della più ampia rete mondiale dei FabLab, aderente al circuito ufficiale della prestigiosa università MIT di Boston.

L’iniziava concretizza il ruolo di Confartigianato Cuneo come “Digital Innovation Hub” ufficiale per le piccole e medie imprese.

«I Digital Innovation Hub – spiega Luca Crosetto, presidente territoriale di Confartigianato Cuneo – sono distretti per la diffusione della tecnologia digitale previsti dal piano “Impresa 4.0”. Una rete di realtà innovative, che insieme ai FabLab fanno da ponte tra il mondo delle imprese, della ricerca universitaria e quello della finanza, accompagnando l’Italia produttiva nella rivoluzione digitale, quella 4.0».

«È necessario – aggiunge Joseph Meineri, direttore generale di Confartigianato Cuneo – che gli imprenditori conoscano le potenzialità di Industria 4.0 e delle tecnologie collegate alla manifattura digitale. Per questo, il programma ministeriale ha previsto questi Digital Innovation Hub, che sono sostanzialmente dei punti di prima assistenza e informazione rivolte alle imprese. Attraverso questi “punti di raccordo” forniamo un primo indirizzamento per costruire poi dei concreti percorsi di innovazione».

Durante la rassegna borgarina FabLab Cuneo presenterà alcuni progetti sviluppati dagli associati (Marta Gherardi, Irene Salomone, Elisa Miraglia – IIS “Grandis” Cuneo, Gabriele Aranzulla, Danilo Avalle, Alberto Sardo, Fabio Erba, Valerio Cornaglia, Marco Rosa). Presenti anche alcune aziende: lab3841 con l’Internet of Things; Azienda Vertunno – Arch. Giacomo Luigi Gaiotti con realtà aumentata e servizi di architettura e ingegneria al servizio dell’edilizia e delle costruzioni; Universal Robots con i “robot collaborativi”; Control-C di Caraglio con le nuove stampanti 3D Zortrax; Arch. Bruno Demasi, che stamperà in argilla usando algoritmi matematici.

«Infine – chiosa Alessandro Marcon, referente di FabLab Cuneo – sarà presente uno spazio dedicato ai più piccoli con laboratori in cui si potrà sperimentare il “tinkering”, una palestra per aspiranti maker che insegna a “pensare con le mani”, un metodo educativo per avvicinare bambini e ragazzi allo studio delle materie STEM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria, Matematica) in modo pratico, giocando».

 

Scarica il Comunicato (MS Word)



Condividi

Recent Posts

© 2018 Confartigianato Imprese Cuneo - Via I Maggio, 8 - 12100 Cuneo - tel. 0171 451111 - Codice Fiscale 80000330045