Confartigianato Autotrasporto a colloquio con il Ministro Toninelli: “Differito il fermo, ma attendiamo risposte”

«Incontro interlocutorio che non soddisfa le richieste degli autotrasportatori. Attendiamo gli esiti del tavolo di confronto con la categoria annunciato dal Ministero dei Trasporti». Così Aldo Caranta, vicepresidente nazionale di Confartigianato Trasporti e presidente provinciale e regionale degli autotrasportatori di Confartigianato, commenta il recente incontro di Confartigianato Trasporti e di Unatras (il coordinamento unitario delle associazioni italiane dell’autotrasporto costituito da Confartigianato Trasporti, Fai, Fita Cna, Assotir, Fiap, Sna Casa, Unitai) con il Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Danilo Toninelli e il Sottosegretario Edoardo Rixi.

«Nel corso dell’incontro – spiega Caranta – abbiamo illustrato al Ministro Toninelli e al Sottosegretario Rixi le problematiche del settore, prima fra tutte il taglio alle deduzioni per le spese documentate. Nonostante l’assenza di risposte concrete alle questioni poste da Unatras, apprezziamo la disponibilità del  Ministro Toninelli che si è impegnato a lavorare con il Ministero dell’Economia al fine di reperire risorse aggiuntive per aumentare gli importi delle deduzioni forfettarie relative ai redditi 2017 ed ha annunciato l’apertura di un tavolo di confronto con la nostra categoria per individuare soluzioni da attuare in tempi brevi nell’interesse degli autotrasportatori e dell’economia del Paese. A fronte di questo impegno del Ministero, Unatras ha deciso il differimento all’ultima settimana di settembre del fermo nazionale dei servizi di autotrasporto merci previsto dal 6 al 9 agosto».

«Confartigianato – conclude Luca Crosetto, presidente territoriale di Confartigianato Cuneo – conferma la sua grande attenzione alle problematiche riguardanti le diverse categorie che costituiscono il variegato mondo dell’artigianato. Allo stesso tempo, affronta con fermezza temi di carattere trasversale e generale, interessanti non solo il tessuto economico, ma anche l’intera collettività. A questo proposito ricordo che, assieme alle altre associazioni del Patto per lo Sviluppo della Granda (Coldiretti, Confagricoltura, Confcommercio e Confindustria), nei giorni scorsi ci siamo fatti interpreti delle esigenze del territorio invitando proprio il Ministro Toninelli a visitare la nostra provincia per prendere atto delle gravi criticità delle infrastrutture stradali. L’auspicio è che l’appello non resti inascoltato e che si riescano a produrre risposte positive e concrete».

 

Scarica il Comunicato Stampa (MS Word)



Condividi

Recent Posts

© 2018 Confartigianato Imprese Cuneo - Via I Maggio, 8 - 12100 Cuneo - tel. 0171 451111 - Codice Fiscale 80000330045