Il vicepresidente di UEAPME Luca Crosetto a confronto con Herman Van Rompuy sul futuro dell’Ue

Nei giorni scorsi, a Bruxelles si è riunito il board di UEAPME (Unione europea dell’artigianato e delle piccole e medie imprese) che ha approfondito i temi del Libro bianco sul futuro dell’Europa.

Ospite d’eccezione Herman Van Rompuy, già presidente del Consiglio europeo e attualmente presidente dell’European Policy Centre, uno dei think tank più influenti a Bruxelles.

Il confronto si è incentrato sulle tensioni antieuropeiste in atto nell’Ue, sulle tendenze populiste, sul problema della gestione dei flussi migratori, sulle conseguenze della Brexit e sui recenti risultati elettorali in alcuni Paesi UE. In un contesto così problematico, emerge la necessità di sostenere l’economia con una maggiore flessibilità nel mercato del lavoro e puntando ad un’economia aperta. Nel suo intervento, Luca Crosetto, delegato all’Europa di Confartigianato e Vice presidente di Ueapme con delega alle politiche d’impresa, nonché vicepresidente vicario di Confartigianato Cuneo, pur ribadendo la sua posizione di convinto europeista, ha sottolineato come l’Europa, in questi anni, «non sia riuscita a sostenere e supportare l’Italia soprattutto per quanto riguarda gli aspetti legati all’immigrazione e abbia finito per lasciarci soli ad affrontare questa tragica emergenza, anche di fronte alla chiusura delle frontiere da parte di Paesi vicini come l’Austria e la Francia».

Crosetto ha inoltre sottolineato l’importanza di «mantenere alta l’attenzione su questi temi per evitare facili derive populiste anche nel nostro Paese».

Van Rompuy ha condiviso l’osservazione del Vicepresidente Crosetto e ha ribadito che sul problema dell’immigrazione l’Italia è stata abbandonata due volte. Ha concluso auspicando che la strada intrapresa segua un approccio concreto che si implementi quanto prima. Da parte sua, la Presidente di Ueapme, Ulrike Rabmer-Koller, ha ricordato che il Position Paper di Ueapme verrà diffuso entro fine ottobre a tutte le istituzioni UE alle quali verranno sollecitate misure dedicate alle PMI e che recepiscano le loro priorità ed aspettative.

Scarica il Comunicato (MS Word)



Condividi

Recent Posts

© 2017 Confartigianato Imprese Cuneo - Via I Maggio, 8 - 12100 Cuneo - tel. 0171 451111 - Codice Fiscale 80000330045