Contributi a fondo perduto per finanziare le tue operazioni di export

Voucher internazionalizzazione – Temporary Export Manager

Il voucher intende sostenere i processi di internazionalizzazione delle PMI attraverso attività di analisi e ricerche di mercato, di individuazione e acquisizione di nuovi clienti, assistenza legale, organizzativa, contrattuale e fiscale grazie all’attività di un temporary export manager.

Il voucher è un contributo a fondo perso in regime de minimis.

Beneficiari

Il voucher si rivolge a MPMI e/o reti d’impresa in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere in stato di attività e risultare iscritte al Registro delle Imprese;
  • non essere in stato di scioglimento, liquidazione volontaria e non essere sottoposto a procedure concorsuali;
  • risultare in regola con il versamento dei contributi previdenziali;
  • avere un fatturato minimo di € 500.000 nell’ultimo esercizio contabile chiuso (soglia non applicabile alle start-up innovative).

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese relative ai servizi erogati dal Temporary Export Manager di una delle società di temporary export management, la cui stipula del contratto di servizio deve essere successiva alla pubblicazione dell’elenco delle società ammesse. Indicativamente tale elenco verrà pubblicato nella seconda metà del mese di dicembre 2017.

Caratteristiche del voucher

  • Voucher “early stage”: pari a € 000 euro a fronte di un contratto di servizio di durata minima di 6 mesi, pari almeno a € 13.000 al netto di IVA.
    Il voucher è pari a 8.000 euro per i soggetti già beneficiari a valere sul precedente bando (DM 15 maggio 2015).
  • Voucher “advanced stage”: pari a € 15.000 euro a fronte di un contratto di servizio di durata minima di 12 mesi, pari almeno a 25.000 al netto di IVA.

È prevista la possibilità di ottenere un contributo aggiuntivo pari a ulteriori € 15.000 a fronte del raggiungimento dei seguenti obiettivi in termini di volumi di vendita all’estero:

  • incremento del volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri registrato nel corso del 2018, ovvero nel corso del medesimo anno e fino al 31 marzo 2019, rispetto al volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri conseguito nel 2017, deve essere almeno pari al 15%;
  • incidenza percentuale del volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri sul totale del volume d’affari, nel corso del 2018, ovvero nel corso del medesimo anno e fino al 31 marzo 2019, deve essere almeno pari al 6%.

Presentazione delle domande – ATTENZIONE SONO PREVISTE DUE FASI – 

  • compilazione della domanda sul sito del Ministero mise.gov.it a partire dalle ore 10.00 del 21 Novembre 2017. Questo passaggio è necessario per ottenere il codice di predisposizione della domanda.

N.B. PER L’INVIO DELLA DOMANDA E’ NECESSARIO ESSERE IN POSSESSO DELLA FIRMA DIGITALE DEL LEGALE RAPPRESENTANTE.

  •  invio della domanda a partire dalle ore 10.00 del 28 Novembre 2017 a fino al termine ultimo delle ore 16.00 del 1° dicembre 2017

 Il Ministero procederà all’assegnazione dei Voucher secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande e nei limiti delle risorse disponibili.

 

Per maggiori informazioni contattare l’Ufficio Internazionalizzazione di Confartigianato Imprese Cuneo export@confartcn.com, 0171.451111.

 



Notizia pubblicata in: 

Condividi

Related Posts

© 2018 Confartigianato Imprese Cuneo - Via I Maggio, 8 - 12100 Cuneo - tel. 0171 451111 - Codice Fiscale 80000330045